dal sito web: https://www.appuntisanfeliciani.it/il-percorso-della-natura/

La pista ciclabile è attiva dal 2006 ed è ricavata sul vecchio tracciato dismesso della locale ferrovia SEFTA che collegava Modena e Finale Emilia. Il percorso si estende per una lunghezza di circa 12 chilometri. La pista ciclabile è sicura poiché non è interrotta da strade di grande scorrimento ma solo da piccole vie secondarie, e poiché attraversa i campi è possibile godere di un bel paesaggio che varia continuamente a seconda delle stagioni. Nelle giornate particolarmente limpide si può scorgere in lontananza il profilo degli Appennini col monte Cimone. Piccole macchie di vegetazione che si incontrano lungo il tracciato assicurano momenti di frescura anche in piena estate. Non mancano anche le tracce della storia, oltre agli edifici dismessi delle piccole stazioni ferroviarie, poco prima di arrivare a Massa Finalese si trovano i resti di un antico oratorio abbandonato dedicato alla Madonna della neve originario del XV secolo.

Non mancano anche le tracce della storia, oltre agli edifici dismessi delle piccole stazioni ferroviarie, poco prima di arrivare a Massa Finalese si trovano i resti di un antico oratorio abbandonato dedicato alla Madonna della neve originario del XV secolo.


Questa pagina ti è stata utile?