La costruzione del “Casino di Vallalta" ebbe inizio nella seconda metà del Settecento per volontà della famiglia Viani, di origini man­tovane ma da tempo stabilitasi nel territorio di Concordia.

La raggiunta posizione sociale, unitamente ad alcuni privilegi concessi dai Pico, indusse nel 1771 Pietro Viani a chidere per sè e per i tre figli l’accesso al ceto nobile della Mirandola; titolo immediatamente accordatogli dal Duca di Modena.

Questo spiega la cura e l’interesse che i Viani posero nella costruzione della grande villa di Vallalta di lì a poco avviata. Per via ereditaria, la proprietà passò ai conti Tagliavacca.

Oggi il Palazzo, completamente ristrutturato dopo il sisma 2012, è luogo dedicato a matrimoni, convention, eventi privati.

Il palazzo si trova in Via Rocca 40, Vallalta di Concordia

Questa pagina ti è stata utile?