Nel bel mezzo dell'antropizzata Pianura Padana si trovano tanti ettari di territorio rinaturalizzato grazie ai contributi dell'Unione Europea, che hanno permesso agli uccelli migratori di fermarsi per una sosta, più o meno lunga, prima di riprendere il loro viaggio. Le Valli mirandolesi sono diventate una zona di passo autunnale, un autogrill nell'autostrada del cielo, una Zona di Protezione Speciale (ZPS) e un'oasi di rifugio per tante specie di uccelli che trovano le  risorse per le loro differenti necessità.

All'interno di questa area, in via Montirone a Mortizzuolo di Mirandola, è nata la "Stazione Ornitologica Modenese "Il Pettazzurro", che fa parte del CISNIAR (www.cisniar.it/cisniar/cisniar/index.php) e studia le migrazioni degli uccelli secondo le indicazioni di ISPRA. Nella Stazione Ornitologica si praticano diverse ricerche scientifiche e censimenti periodici dell'avifauna presente.

La presenza di specie che si alternano nelle stagioni è numerosa e di grande valore per la stima della biodiversità del territorio. I volontari della SOM hanno ad oggi censito oltre 300 specie di uccelli, alcune anche rare in Italia, e la ricchezza naturale del territorio offre una varietà di siti di alimentazione e nidificazione da permettere incontri inaspettati e fortunati per birdwatchers e fotografi naturalisti. Un grande lavoro affidato ad un gruppo di bravi e preparatissimi volontari, per il bene della biodiversità delle Valli mirandolesi. Per avere maggiori informazioni ecco l'indirizzo della SOM som@cisniar.it

Gli appuntamenti: tante sono le iniziative e gli appuntamenti programmati dai volontari della SOM. Per info clicca qui.

Tutti possiamo partecipare per conoscere ed apprezzare sempre di più quanto la natura ci offre.

Vi aspettiamo

I Volontari della SOM "Il Pettazzurro"

Questa pagina ti è stata utile?