"Una storia divertente di un tappo felice" è il tema del nuovo laboratorio ideato dal CEAS "La Raganella". I bambini alternandosi in letture, disegni e "brindisi" conoscono il ciclo di vita del sughero.

Nelle tre postazioni de La Raganella viene proposta la lettura della storia di un tappo nato da mamma quercia (Quercus suber) in Sardegna, che tagliato, lavorato e stappato, viene trasformato in arredi, isolanti, vasi o tappeti.

Dopo la lettura della storia i bambini, si impegnano a personalizzare manualmente una sportina per raccogliere i tappi.

Oltre a migliorare la conoscenza della sostenibilità e del rispetto dell'ambiente, il significato del laboratorio è di divulgare un progetto di recupero del sughero usato. Dalla bassa pianura modenese, esso verrà portato a Milano dove grazie ai volontari dell'Associazione "A Braccia Aperte Onlus" sarà venduto per essere trasformato in pannelli isolanti per l'edilizia. Il ricavato servirà per piantumare un bosco all'interno del "Parco Della Vita" di Cesano Boscone (MI). Le piantine selezionate tra le diverse specie forestali, una volta messe a dimora dai volontari, miglioreranno le qualità eco-sistemiche del parco. Per maggiori informazioni consultare il sito http://www.abracciaaperte.it (guarda il video).

Clicca qui per vedere alcune foto del laboratorio svoltosi a Mirandola, in occasione dell'evento Mirandolandia.

Lo stesso laboratorio si è svolto anche a San Possidonio il 12 ottobre in occasione di Mister Tred Day. Se vuoi vedere le foto clicca qui.

Clicca qui per vedere il video del laboratorio https://www.youtube.com/watch?v=ZS-Atopngxs.

Per leggere "Una storia divertente di un tappo felice" clicca qui.

  

Questa pagina ti è stata utile?