Il CEAS "La Raganella" dell'Unione Comuni Modenesi Area Nord ha prodotto il libro "Caro mare ti penso" che raccoglie una selezione di alcuni disegni sull'inquinamento del mare, realizzati dagli alunni delle Scuole dell'Area Nord.

I disegni mostrano, attraverso gli occhi dei più piccoli, quanto l'habitat marino sia minacciato dai nostri comportamenti poco ecologici. Attraverso le loro matite colorate, la spazzatura e le microplastiche prendono forma sul foglio ed invadono mari e oceani. Il disegno, però, non finisce così: i bambini proprio non ci stanno a vedere il mare trattato tanto male e così le matite colorate si rimettono in movimento per disegnare qualcuno che raccoglie, che pulisce o che inventa macchine spazzine. Sono quindi disegni di speranza affidati a noi adulti? Si, starebbe a noi grandi rendere reali quei tratti colorati.  Il CEAS "La Raganella" ha mostrato i disegni anche allo scrittore Roberto Piumini che ne è rimasto piacevolmente colpito offrendo la sua creatività per dedicare una poesia ad ognuno.

Il CEAS "La Raganella" entro Natale provvederà a consegnare ai bambini autori dei disegni selezionati alcune copie del libro. Sarà un bellissimo regalo per loro e per le loro famiglie che permetterà di radicare sempre in più persone una maggiore attenzione e cura per l'ambiente che ci circonda. 

Clicca qui per scaricare il libro.

La pubblicazione di questo libro è stata possibile grazie a SHAPING FAIR CITIES, una campagna internazionale di carattere informativo, educativo e di advocacy il cui obiettivo principale è di fare conoscere l'Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile agli stati partecipanti.

Shaping Fair Cities è finanziato nell’ambito dell’Azione  DEAR (Development Education Awareness Raising) dello strumento di cooperazione DCI II- Organizzazioni della società civile e Autorità locali, ideato e coordinato dalla Regione Emilia-Romagna con la partecipazione di 17 partner di 8 Paesi europei (Italia, Spagna, Grecia, Romania, Polonia, Croazia, Danimarca e Svezia) e 2 Paesi non UE (Albania e Mozambico). I coordinatori della campagna internazionale sono l’istituzione regionale polacca ROPS e la Ong italiana WeWorld-GVC, con la supervisione e il coordinamento della Regione Emilia-Romagna, ideatrice e capofila del progetto.

Nell'ambito di Shaping Fair Cities sono stati finanziati 24 progetti proposti dagli enti locali della nostra Regione e grazie al CEAS "La Raganella" anche i comuni dell'Area nord hanno potuto accedere a risorse economiche e realizzare diverse iniziative per l'Agenda 2030, sia nelle scuole sia tra la cittadinanza, oltre alla pubblicazione del libro "Caro mare ti penso".

Questa pagina ti è stata utile?