trasparente

Il cicloturismo inizia a muoversi nella bassa modenese

Gli scorsi 3 e 4 Giugno, un gruppo di famiglie dell'Associazione FIAB della città di Modena ha raggiunto l'Area Nord in sella alle proprie biciclette, sfruttando il tratto ciclabile di Eurovelo 7, sull'argine del fiume Secchia.

Obiettivo del loro viaggio turistico era di trascorrere due giornate tra la gente della Bassa, assaporandone la calorosa accoglienza, la compagnia e qualche buon prodotto tipico, per rallegrare anche il palato. E così è stato.

WP_20170604_08_40_11_Pro.jpgAl Teatrino di Edo di Cavezzo e alla comunità di Disvetro è spettato l'onore di dare il benvenuto agli ospiti, che hanno potuto assistere ad un momento musicale, suonando addirittura un antico organetto impiegato dai burattinai cavezzesi durante i loro spettacoli. Un momento ricco di emozioni, quelle semplici che ti fanno stare bene con te stesso e con gli altri e che rendono già uniche le giornate che ti appresti a vivere. A seguire, la visita guidata all'Osservatorio astronomico di Disvetro di Cavezzo per osservare il sole con i telescopi. L'osservatorio ogni anno è meta di migliaia di persone curiose di vedere, attraverso i potenti mezzi di cui è dotato, stelle, pianeti e non solo.

E per chi arriva dal frastuono della città, cosa ci può essere di più rilassante di una cena all'aperto, in uno dei paesini più piccoli della Bassa modenese, come appunto Disvetro? Alcune giovani donzelle hanno preparato centrotavola per donare colore e, tra il canto dei grilli, l'imbrunire della sera e un buon bicchiere di lambrusco, Stop & Go di Paolo Muracchini ha saputo rallegrare la serata e saziare a dovere gli ospiti, oramai giunti un po' stremati alla fine della prima giornata del loro piccolo viaggio.  

Il giorno dopo è stato invece caratterizzato da una biciclettata verso Camposanto, in due aziende agricole del Bosco della Saliceta:

IMG_20170604_112007_resized_20170606_123144504.jpg- l'Azienda di Palazzi Massimo che, grazie ai plastici illustrativi ed al racconto di chi il bosco l'ha vissuto veramente, ha saputo portare gli ospiti indietro nel tempo, facendo rivivere la vita del bosco e tutte le attività che l'uomo aveva saputo creare in sintonia con la natura.

IMG_20170604_114303_resized_20170606_123143167.jpg

- l'Azienda Agricola Casumaro Maurizio, che da circa tre generazioni alleva bovine di razza frisona, le numero uno per la produzione di latte: la figlia Elisa, la nostra guida, ha fatto preparare ed assaggiare agli ospiti un cremoso gelato biologico dal sapore intenso e genuino. IMG_20170604_153411_resized_20170606_123047055.jpg

IMG_20170604_145458_resized_20170606_123045478.jpg

IMG_20170604_132023_resized_20170606_123048212.jpgIl pranzo si è svolto all’Agriturismo "Le gazze", gestito dalla famiglia Lambertini. L’Agriturismo in precedenza era una vecchia casa colonica risalente al 1600 c.a. Da quella che una volta era la stalla è stato ricavato un ristorante tradizionale che si propone sia per gli eventi quotidiani che raffinati.

In questi due giorni abbiamo potuto verificare che, nonostante nel territorio in cui viviamo non abbia né mari né monti né laghi, possiamo comunque credere di poter essere meta di un piccolo e semplice turismo di grande soddisfazione per tutti. Eurovelo 7 rappresenta un ottima via di passaggio per quella forma di turismo, "il cicloturismo", nel quale dobbiamo credere sempre di più, per valorizzare e far conoscere sempre di più il nostro territorio.

Quindi BENVENUTI CICLOTURISTI!!!

Logo La Raganella

Via Giolitti, 22 - 41037 Mirandola

Contatti
Tel. 0535 29724 - Indirizzo e-mail

  

Itinerari ciclabili

percorsi

Barchessone vecchio

Comunicati

Servizio civile regionale

yougERcard

Unione