trasparente

Le Cave di Budrighello

Le Cave di Budrighello, rappresentano un frammento del territorio della Bassa Modenese, un tempo utilizzate per estrarre argilla depositata dalle acque del fiume Secchia nel corso degli anni, per la costruzione, fino al 1974, di grandi quantità di mattoni, coppi e piastrelle per pavimenti, dalla Fornace di Pioppa, ora diventate un territorio di natura ritrovata. Il proprietario, una volta che la fornace venne chiusa, affidò le Cave al Comune, che in collaborazione con l’Associazione delle Cave di Budrighello e del Centro di Educazione alla Sostenibilità “La Raganella”, iniziarono a promuoverle a scopo naturalistico. L’escavazione dell’argilla di un tempo, ha dato vita a laghetti, ora alimentati dalle acque di falda, che ospitano una grande varietà di flora (salici, pioppi, olmi, canneti…) e fauna (germani reali, folaghe, gallinelle d’acqua, garzette, aironi cenerini, svassi, testuggini palustri, e numerosi pesci) in questo modo, viene favorito lo sviluppo di un ecosistema acquatico ricco e ben equilibrato.

Il Comune di San Possidonio, per garantire la salvaguardia di questo territorio, e la sua naturalizzazione, da alcuni anni, ha promosso un progetto di recupero e gestione delle aree, istituendo in essa una “zona di recupero ecologico” di 90.000 mq composta da: tre laghi, un ampio parco che ospita specie autoctone, 6 km di sentieri in cui poter passeggiare liberamente, un punto di sosta e un punto di osservazione. Le Cave, sono gestite da volontari dell’Associazione Cave di Budrighello, cacciatori, pescatori e naturalisti che con impegno e saggia collaborazione ogni giorno, si impegnano a salvaguardare questo territorio e a far rispettare le importanti norme da coloro che lo visitano. Le Cave non sono visitabili durante l’attività di caccia che inizia la 3° domenica del mese di settembre fino al 31 gennaio; da settembre ad ottobre, viene effettuata solamente il giovedì e domenica mattina.

Passeggiando all’interno delle Cave, si possono osservare pannelli divulgativi, realizzati da vari Enti e dalla Scuola Secondaria di San Possidonio, che contengono i nomi delle specie sia vegetali, che animali, che si possono liberamente osservare. Sono presenti zone di sosta e con una quota d’iscrizione annuale, si può anche pescare ed anche effettuare attività di caccia in appostamenti fissi. Oltre ad essere un luogo in cui far riposare corpo e mente, è molto importante farlo conoscere alle scuole, per far avvicinare i bambini sempre di più alla natura stessa ed insegnare a loro l’importanza di salvaguardare l’ambiente ed i suoi componenti.

Per avere maggiori informazioni:

www.comune.sanpossidonio.mo.it

Logo La Raganella

Via Giolitti, 22 - 41037 Mirandola

Contatti
Tel. 0535 29724 - Indirizzo e-mail

  

Zanzare cosa fare

Campagna zanzare

Itinerari ciclabili

percorsi

Barchessone vecchio

Comunicati

Servizio civile regionale

yougERcard

Unione