In caso di emergenza cosa fanno i Comuni?

In caso di emergenza cosa fanno i Comuni?

Le zanzare oltre ad essere particolarmente fastidiose possono essere pericolose, specialmete nel periodo estivo e di inizio autunno. Infatti questi insetti, rappresentati da diverse specie, sono potenziali vettori di virus, quindi di malattie tropicali come Dengue, Chikungunya e Zika. 

Nei casi in cui un paziente manifestasse sintomi riconducibili a una delle malattie menzionate, l'Azienda USL di Modena, dovrà segnalare il caso, anche solo sospetto, al Comune/i di competenza, perchè queste malattie tropicali potrebbero essere trasmesse dalla Zanzara tigre (Aedes albopictus).

Il Comune dovrà intervenire effettuando  trattamenti di disinfestazione per emergenza sanitaria contro gli esemplari adulti di Zanzara Tigre per la prevenzione della salute collettiva, come previsto dal Piano Regionale di Sorveglianza e Controllo delle Arbovirosi. I trattamenti si svolgeranno nelle vie e nelle aree vicine al domicilio e ai luoghi che ha frequentato il caso sospetto.

In particolare nell’area/e verranno effettuati trattamenti larvicidi nei tombini pubblici in orario diurno e trattamenti adulticidi a base di sostanze piretroidi nel verde pubblico (spazi verdi e vie) a un’altezza di 3-4 metri, dalle ore 23.00 in poi del giorno stesso della segnalazione.

Se il caso sospetto di malattia Dengue/Zika/Chikungunya verrà confermato dal Servizio di Igiene Pubblica dell’AUSL, i trattamenti adulticidi proseguiranno anche nei giorni successvi (per un totale complessivo di 3 giorni) sia nelle aree pubbliche che nelle aree private, in queste ultime attraverso interventi porta a porta presso le abitazioni private (distribuzione alla cittadinanza di materiale informativo, sopralluoghi con eliminazione di focolai rimovibili come secchi e sottovasi, trattamenti larvicidi dei tombini e trattamenti adulticidi nel verde privato).

Se il caso sospetto non verrà confermato entro le 24 ore dal Servizio di Igiene Pubblica dell’AUSL, gli interventi adulticidi e larvicidi programmati saranno sospesi.

La cittadinanza coinvolta dovrà continuare la lotta contro le zanzare, ancora di più in questi casi di emergenza, quindi a casa propria si dovranno proseguire le azioni contro le larve di zanzara come: effettuare la pulizia e lo sfalcio dell’erba, continuare la manutenzione del verde, tenere curati gli spazi di proprietà con particolare attenzione, rimuovere ogni deposito d’acqua piovana che possa favorire la formazione di focolai larvali di insetti ematofagi, rimuovere i sottovasi e i contenitori vuoti dal giardino o dal balcone, coprire i bidoni e le cisterne per l’irrigazione dell’orto, non accumulare pneumatici o altri contenitori che possono raccogliere piccole quantità d’acqua, tenere pulite le fontane, non lasciare i giochi e le piscine gonfiabili piene d’acqua, non abbandonare gli annaffiatoi pieni d’acqua, leggere e seguire l’ordinanza comunale.

Solo con la collaborazione di tutti la lotta contro le zanzare porterà a dei buoni risultati: dipende tutto da noi e dalle nostre scelte!!!

Logo La Raganella

Via Giolitti, 22 - 41037 Mirandola

Contatti
Tel. 0535 29724 - Indirizzo e-mail

  

Zanzare cosa fare

Campagna zanzare

Itinerari ciclabili

percorsi

Barchessone vecchio

Comunicati

Servizio civile regionale

yougERcard

Unione