AAA CERCASI CASA

Le classi 1 A, 1Be 1C della Scuola Secondaria di I° di San Prospero, nel corso dell’anno scolastico 2018/2019, hanno aderito al progetto di Educazione alla Sostenibilità “Venti Nordici”, promosso dal CEAS “La Raganella” dell’UCMAN e dalla Stazione Ornitologica Modenese “Il Pettazzurro”, con il sostegno, economico, della Fondazione Cassa di Risparmio di Mirandola e, scientifico, dell’Università di Palermo.

La prima fase del progetto ha visto le tre classi coinvolte in un incontro informativo condotto dal Direttore della SOM Carlo Giannella, dove sono state presentate le principali specie avifaunistiche presenti nel territorio della Bassa Modenese, suddivise in specie da “aiutare” e specie da “limitare”, al fine di salvaguardare la biodiversità. Ma che cos’è la biodiversità?

La biodiversità racconta la ricchezza di un territorio, è l’insieme di tutte le diverse forme di vita presenti sulla Terra ed è molto importante proteggerla perché il mondo più è vario più è vivo, ma soprattutto perché essa produce gli alimenti di cui ci nutriamo, l’ossigeno che respiriamo e i materiali che utilizziamo.foto di Giacomo Cerè

Proprio al fine di raggiungere questo scopo, i ragazzi si sono poi trovati nella sede del S.O.M. in via Montirone a Mortizzuolo di Mirandola, dove, grazie all’aiuto di diversi volontarie (Carlo Giannella, Ermes Borghi,  Antonio Gelati, Gianni Dotti, Loris Golinelli, Alberto Massarenti, Roberto Annoni, Andrea Ravagnani, Giordano Cerè) hanno realizzato n° 18 cassette nido in legno di due tipi diversi per accogliere più specie di uccelli. 

Una volta costruiti i nidi bisognava pensare a dove collocarli; e quale luogo migliore se non lo splendido bosco Tusini di San Prospero? E infatti, nella giornata di martedì 4 giugno 2019 tutti gli alunni delle tre classi hanno percorso a piedi il tragitto dalla scuola fino al parco, dove dopo un piccolo giro ricognitivo, ciascuna di esse, armata di cartina per segnare con precisione la disposizione, ha deciso dove collocare i propri nidi. Fondamentale è stato l’aiuto fornito dai tecnici del Comune di San Prospero che hanno aiutato i ragazzi a posizionare le cassette nido sugli alberi.

Ulteriore sorpresa che ha lasciato piacevolmente stupiti ed entusiasti gli studenti è stato l’arrivo del Sindaco Sauro Borghi che, con parole di incoraggiamento e di gratitudine, ha spronato i ragazzi a proseguire nella lotta per la salvaguardia della biodiversità, ringraziando ufficialmente i volontari della SOM presenti nelle persone del dott. Antonio Gelati ed Ermes Borghi e i ragazzi per il lavoro svolto conferendo agli stessi l’importante responsabilità di custodi ufficiali dei nidi collocati; sì, perché i ragazzi da ora in poi dovranno monitorarli, segnalare le eventuali presenze o necessità insomma diventare dei veri cittadini attivi e responsabili come nei migliori progetti di Citizen scienze.

Concludiamo con la frase che i ragazzi hanno scritto nel pannello informativo che è stata collocato a testimonianza del lavoro svolto “Desideriamo che, come noi, anche voi possiate appassionarvi nell’osservazione, nella scoperta e soprattutto nella salvaguardia della ricchezza avifaunistica che caratterizza il territorio della Bassa Modenese perché se sosteniamo la biodiversità ci sarà più felicità!!!”

Speriamo che questo impegno dimostrato dai ragazzi possa essere di esempio per tanti adulti per diventare attivi costruttori di un futuro sempre migliore … per tutti!

Il CEAS “La Raganella”

dell’Unione Comuni Modenesi Area Nord

Logo La Raganella

Piazza Andreoli, 59 - 41039 San Possidonio

Contatti
Tel. 0535 29724 - Indirizzo e-mail

 

 

La realizzazione dell'area dedicata del CEAS è stata possibile grazie al contributo della Regione Emilia Romagna  (DGR 1796/2012)