Un anno di verdi traguardi

L’anno scolastico appena terminato ha visto il Centro di Educazione alla Sostenibilità “La Raganella” dell’Unione Comuni Modenesi Area Nord, i Comuni di Camposanto, Cavezzo, Concordia, Mirandola, San Possidonio, San Prospero e le Scuole di ogni ordine e grado impegnate nella realizzazione di ben 150 progetti di educazione alla sostenibilità. Un anno intenso di impegni, lavoro, ricerca e sensibilizzazione che però ha portato buoni frutti nei tanti traguardi raggiunti nelle varie tematiche affrontate.

Nel corso dell’anno abbiamo continuato a parlare di riciclo, ma soprattutto di economia circolare  attraverso il progetto Regionale e di ARPAE “ Le tue scarpe al centro” che ha visto il CEAS “la Raganella” capofila nel coordinare ben 14 CEAS e 49 Comuni regionali e che ha portato alla raccolta di ben 33.000 scarpe da ginnastica non più utilizzabili che sono state riciclate e la cui gomma ha prodotto mattonelle di pavimentazione antitrauma donate  e consegnate  al “centro” delle Marche, da una delegazione guidata dal Sindaco di Crevalcore Claudio Broglia, dal precedente Assessore all'Ambiente dell'Unione Comuni Modenesi Area Nord Rudi Accorsi e da Paolo Tamburini di Arpae, al Sindaco di Amandola Adolfo Marinangeli, in occasione di “M’Illumino di meno 2019” il 2 marzo 2019, per la realizzazione di un nuovo parco giochi per bambini nel comune in via di ricostruzione dal terremoto del 2016. Un bel traguardo raggiunto dall’Educazione alla Sostenibilità dell'Emilia-Romagna che ha avuto la possibilità attraverso un progetto ambientale e solidale di donare ad un’altra Regione come le Marche avvicinata dal tragico terremoto del 2016. Bellissimo e apprezzatissimo è stato il coinvolgimento di tutte le famiglie i cittadini e le scuole che hanno raccolto l’impegno a favore di un’economia circolare e quindi a favore dell’ambiente e di tutti!!! Il progetto si è anche aggiudicato la Menzione speciale come progetto arrivato tra i primi tre finalisti classificati (categoria amministrazioni) in occasione della 10° edizione della Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti.

Abbiamo continuato a parlare di rifiuti attraverso il progetto “Ecoscuole” che ha impegnato i ragazzi degli Istituti "G. Luosi" e "G. Galilei" di Mirandola: gli stessi infatti hanno potuto mettersi alla prova per fare la differenza. Infatti attraverso l’incentivazione e promozione di una corretta raccolta differenziata nelle Scuole e stili di vita più sostenibili, alcuni studenti volontari sono stati investiti del ruolo di Eco-studenti andando a verificare mensilmente per tutto l’anno scolastico, la raccolta differenziata ed il mantenimento della pulizia e dell’ordine all’interno delle classi frequentate giornalmente. Gli studenti diventati “controllori” non si sono limitati a uno sguardo e via, ma hanno compilato delle schede di valutazione per ogni classe e le classi migliori a fine anno sono state premiate in varie occasioni e con diverse attività proposte. Il progetto ha cercato di rendere più consapevoli gli alunni, grazie al confronto fra le classi, stimolando gli studenti a fare sempre meglio: è così è stato fatto, infatti, tutte le classi hanno rinunciato in tutte le aule al cestino dell’indifferenziato poiché a volte viene usato, anche quando non si dovrebbe, come via troppo facile per gettare i rifiuti e non pensarci più! Il progetto è stato anche seguito e supportato da Aram Panzani un ragazzo del Servizio Civile Regionale che per 10 mesi ha prestato servizio volontario presso il CEAS lasciandosi affiancare a progetti ambientali e collaborando nella loro realizzazione.

Con successo sempre crescente la raccolta dei tappi di sughero ha raggiunto il traguardo di 1060 kg nelle Scuole e nei Comuni oltre a 900 Kg presso le Cantine Riunite di San Prospero. In totale quindi sono partiti (come sesto invio) dal nostro territorio ben 1960 kg di turaccioli (contro gli 820 kg dello scorso anno) e i “responsabili” di questa raccolta sono stati sempre i bambini (e le loro famiglie) delle scuole di Mirandola e frazioni, Cavezzo, San Prospero, San Possidonio, Concordia e Medolla. Considerevole è anche la raccolta da parte di cittadini, aziende, cantine, associazioni di volontariato, bar e ristoranti. E' un bel progetto di economia circolare che aiuta l'ambiente ma anche i malati di leucemia. Infatti tramite l'Ass. Le. Viss di Verona, che fa da intermediaria tra "La Raganella" e le ditte di riciclo, dai vecchi turaccioli si ottengono nuovi materiali isolanti per l'edilizia mentre a Le.viss viene riconosciuto un contributo economico per finanziare progetti contro la leucemia. Quindi continuiamo così con la speranza di condividere l’impegno e la raccolta con sempre più persone ma anche scuole di altri territori. Non è un traguardo importante dare una seconda possibilità di vita agli oggetti??? Lo possiamo fare ogni giorno!!!

Altro traguardo importante è stato raggiunto il 13 aprile 2019 alla quarta edizione di Aqua Film Festival a Roma, il primo festival di cinema internazionale con cortometraggi, incontri e workshop, eventi speciali dedicati al tema dell’acqua in tutte le sue forme. In tale occasione la sezione Cortini Aqua&Students, dedicata esclusivamente agli studenti, è stata vinta dal video “NO CIG BUTTS” ideato dagli studenti del gruppo ERASMUS + del Galilei di Mirandola e dal CEAS "La Raganella" con il coordinamento del dott. Carmine Ciro Lombardi dell'Agenzia Nazionale della Prevenzione e dell'Associazione Culturale Ottomani. Il film è stato premiato poiché l’animazione non è rappresentata da effetti speciali, ma da un uso consapevole della scrittura per immagini. Un grande successo che quindi ha premiato gli sforzi fatti e l’impegno ancora una volta dimostrato dalla Scuola, gli studenti e le insegnanti coinvolte.

­L’Anno scolastico 2018-2019 è stato anche l’anno della promozione degli spostamenti casa-scuola sostenibili: l’uso dei nostri piedi, della bicicletta o dei piedibus o degli scuolabus è stato promosso nelle tante iniziative realizzate nell’ambito della campagna regionale “Siamo nati per camminare”. Per esempio a San Prospero, le famiglie, per dieci giorni, dal 25 Marzo al 5 aprile, si sono organizzate per portare a scuola i bambini a piedi o in bicicletta oppure in auto condivisa. Giunti a scuola, le loro modalità di spostamento sono state registrate su apposite tabelle permettendo così di quantificare, classe per classe, le percentuali di miglioramento rispetto a come solitamente raggiungevano la scuola (troppe le auto).  In tutte le classi si sono registrati grandi progressi a dimostrazione dell’interesse dei bambini e delle famiglie alla promozione di sani stili di vita e al miglioramento della qualità dell’aria nei pressi della scuola. Le soddisfazioni sono anche qui arrivate infatti la classe 5° B di San Prospero è risultata la vincitrice, su scala regionale, come classe che ha registrato la maggiore percentuale di spostamenti sostenibili (un +72,5%). La classe ha ricevuto il riconoscimento in modo ufficiale in Regione a Bologna in compagnia dell’Orso Freddi che più contento che mai ha abbracciato e coccolato tutti i bambini presenti.

Altro importante traguardo raggiunto per la biodiversità è stata la collocazione di 18 nidi nello splendido bosco Tusini di San Prospero assieme ai costruttori locali, ossia le tre classi prime della Scuola Secondaria di 1° di San Prospero. Gli alunni da settembre si trasformeranno in ricercatori locali poiché avranno il compito di controllare i nidi e segnalare eventuali belle novità o presenze nuove!!! Forza ragazzi!!

La biodiversità è stata anche al centro della pubblicazione “Progettare nel rispetto della protezione della Biodiversità” presentata il 20 maggio in occasione di un convegno pubblico aperto a tecnici, geometri e architetti interessati. La pubblicazione curata dal dott. Antonio Gelati e dott. Maurizio Ferraresi e dalla SOM propone una modo di costruire e ricostruire più attento alle specie da salvaguardare e più selettivo nei confronti delle specie parassite in vista dei futuri mutamenti che caratterizzeranno il nostro territorio come conseguenze dei cambiamenti climatici globali.

Infine altra grande soddisfazione è stato il riconoscimento a Comuni ciclabili a livello nazionale da parte di FIAB dei 9 Comuni dell’area nord; un grande traguardo che ci aiuta a far capire come il nostro territorio, dove è facile andare in bicicletta, può diventare una sosta piacevole verso mete importanti, gustando ottimi prodotti enogastronomici, beneficiando di bei paesaggi di pianura e tramonti veramente unici.

Per non parlare dell’inaugurazione della prima sede del CEAS, il Barchessone Vecchio di San Martino Spino, avvenuta il 31 marzo 2019 e che ha visto centinaia di persone festeggiare insieme a noi la ripresa di vita di una sede, di un territorio, ma soprattutto di una luogo di biodiversità! Da marzo finalmente tante classi hanno potuto essere ospitate nelle bellissimi Valli mirandolesi riconosciute da anni come Zona di protezione Speciale dalla Comunità Europea.

Tutto è stato possibile grazie alla collaborazione di famiglie, insegnanti, alunni, cittadini, amministrazioni e Associazioni che hanno creduto e sostenuto nel buon vivere per tutti favorendo la propria ma anche la vita altrui con gesti e azioni e impegni sostenibili. Solo con la forza di tutti si può fare veramente la differenza!!!

In conclusione cogliamo l’occasione per ringraziare tutti i sostenitori e collaboratori del CEAS ( http://www.unioneareanord.mo.it/servizi/centro-educazione-ambientale/i-progetti-didattici/siamo-in-tanti-per-leducazione-ambientale ) in primis la Fondazione Cassa di Risparmio di Mirandola che annualmente con il suo sostegno ci aiuta a diffondere sensibilità ambientale, ma anche tutte quelle persone che credono nel vivere verde e agiscono in modo sostenibile.

Per il prossimo anno scolastico continueremo ad agire in modo ancora più verde ma abbiamo bisogno di ancora più famiglie verdi perché come dice Greta Thunberg "Abbiamo certamente bisogno di speranza. Ma l’unica cosa di cui abbiamo bisogno più della speranza è l’azione. Una volta che iniziamo ad agire, la speranza si diffonde. Quindi, invece di cercare la speranza, cerchiamo l’azione. Allora e solo allora, la speranza arriverà.”

Logo La Raganella

Piazza Andreoli, 59 - 41039 San Possidonio

Contatti
Tel. 0535 29724 - Indirizzo e-mail

 

 

La realizzazione dell'area dedicata del CEAS è stata possibile grazie al contributo della Regione Emilia Romagna  (DGR 1796/2012)