Il concorso con il naso all'insù ... 2014-2015

Il concorso con il naso all'insù ... 2014-2015

foto archivio CEAS "La Raganella"

E' stata una bella gara quella dello scorso anno, che ha interessato e appassionato molti bambini e ragazzi con le loro famiglie. E' stata anche una bella festa e un modo diverso di far osservare, condividere e apprezzare la bellezza e la ricchezza naturale della nostra terra: la ricerca delle tante specie di uccelli che in diversi periodi dell'anno ci sono vicino.

Il Centro di Educazione Ambientale e alla Sostenibilità "La Raganella" e la Stazione Ornitologica Modenese "Il Pettazzurro" hanno pensato ad una seconda edizione da proporre sempre alle classi o a singoli volenterosi partecipanti: il concorso è rivolto agli alunni e alle classi delle Scuole di Cavezzo, Concordia s/S, Mirandola, San Possidonio e San Prospero. I concorrenti dovranno osservare e segnalare il maggior numero di specie di uccelli avvistati dal periodo di ottobre 2014 fino a maggio 2015 nella provincia di Modena. L'iscrizione è gratuita. Al momento dell'iscrizione verrà consegnata la check list degli uccelli e una mangiatoia da utilizzare per le osservazioni. Barbagianni e Gufo - foto archivio CEAS "La Raganella"

Siamo entrati nell'autunno delle migrazioni e degli uccelli che, volando alti nel cielo, di passaggio per il Sud, apprezzano il nostro territorio per una sosta fatta di riposo e di rifornimento di cibo, il loro carburante, che permetterà il viaggio verso le destinazioni lontane. E' quindi un ottimo periodo per osservare specie che passano da noi solo per questa migrazione.

Seguiranno le specie dell'inverno, quelle che rimangono e sfidano il freddo o arrivano da luoghi lontani e scelgono di stare qui. E poi la primavera, la migrazione del ritorno; specie diverse da osservare e nuove "crocette" da segnare sulla lista....

La storia del Big Year trae origine dal Christmas Count, una gara che, negli Stati Uniti, contrapponeva chi uccideva più uccelli a chi li contava…. Un bel passo avanti per quanto riguarda il rispetto e la conservazione dell’ambiente. Ogni anno, su un’area di gioco che comprende tutto il continente nord-americano si sfidano tanti birdwatchers  per avvistare più specie possibili. Tutto si basa sulla fiducia, visto che l’unica forma di controllo è rappresentata dall’inviare la propria scheda. E’ stato anche girato un divertente film sull’argomento ”The Big Year, Un Anno Da Leoni”.

Anche in Italia da alcuni anni il concorso Big year, sulla base di quello americano, conta molti partecipanti, con la speranza che cresca la sensibilità ambientale e la capacità di osservare e conoscere l’ambiente che ci circonda. Cosi anche noi abbiamo pensato di proporre questa gara, limitata al territorio della provincia di Modena. Pettazzurro - foto di Graziano Sala

E' anche un modo per osservare in modo differente il nostro paesaggio e i suoi abitanti, tenendo presente che gli uccelli possono essere considerati dei validi indicatori di qualità del territorio perchè, se in esso sono presenti molte risorse compatibili con la sopravvivenza e con la riproduzione, gli uccelli rimangono, altrimenti vanno a cercare fortuna altrove.

L'iscrizione è gratuita e dovrà avvenire entro il 31 ottobre 2014, per mezzo di e-mail di adesione inviata al CEAS "La Raganella".

Al momento dell'iscrizione verrà consegnata la ceck list degli uccelli e una mangiatoia da utilizzare per le osservazioni.

Le osservazioni dovranno essere trascritte sul modulo qui in allegato ed inviate all'insegnante referente, così ogni mese verrà pubblicato l'elenco degli avvistamenti su questo sito.

La premiazione è prevista per domenica 17 maggio 2015.

Per maggiori informazioni contattare il Centro di Educazione Ambientale e alla Sostenibilità "La Raganella" al numero di telefono 0535/29712

indirizzo e-mail rosalba.pinti@comune.mirandola.mo.it

Clicca qui per scaricare il volantino.

Logo La Raganella

Via Giolitti, 22 - 41037 Mirandola

Contatti
Tel. 0535 29724 - Indirizzo e-mail

 

 

La realizzazione dell'area dedicata del CEAS è stata possibile grazie al contributo della Regione Emilia Romagna  (DGR 1796/2012)