Un impegno concreto per la sicurezza del nostro territorio

Assunzioni nella Polizia Municipale e nuovo sistema di videosorveglianza in arrivo
Un impegno concreto per la sicurezza del nostro territorio

Si prevedono nuove assunzioni nel Corpo Intercomunale di Polizia Municipale dell'Unione. A breve partirà la selezione per assegnare l'incarico di comandante del Corpo Intercomunale e saranno avviate le procedure per reclutare sette nuovi agenti di Polizia Municipale. Prosegue anche il progetto di ampliamento della videosorveglianza. E' imminente la sostituzione delle vecchie telecamere con nuovi modelli, che consentiranno l'omologazione del sistema nei sette comuni dell'Area Nord aderenti al Corpo Unico di Polizia Municipale. Per procedere con l'installazione dei congegni si attende la nomina della Direzione Lavori, la cui procedura è in corso. Dopo di che saranno installate le nuove telecamere, per cui si passerà dai 181 dispositivi esistenti a 342. "Entro la fine dell'anno le telecamere saranno montate - afferma l'Assessore al Corpo Unico di Polizia Municipale Filippo Molinari - L'ultima fase consisterà nell'individuazione dei varchi, per i quali già abbiamo previsto un incarico di progettazione di 10.000 euro".

Sempre in tema sicurezza, si sono formati 31 gruppi nell'ambito del progetto del controllo di vicinato, con cittadini che hanno aderito alla proposta dell'Unione attuata in serate informative su tutto il territorio. Inoltre, il numero di assistenti civici dell'Area Nord passerà da 25 a 46. Dei 21 nuovi membri, formatisi nei mesi scorsi, sei prenderanno servizio a San Possidonio, cinque a San Felice, quattro a Mirandola e due a San Prospero, Medolla e Concordia.

"Queste iniziative rappresentano un impegno serio e concreto che come sindaci dell'Area Nord ci siamo assunti per rinforzare la sicurezza all'interno del nostro territorio - commenta Filippo Molinari - Il pacchetto sicurezza si basa su risorse certe ed il progetto si concretizza interamente all'interno dell'Unione. Siamo in attesa di una risposta dal Ministero degli Interni per l'integrazione degli organici del Commissariato di Mirandola e per le risorse mancanti per il progetto dell'ex Gil quale sede della Polizia di Stato e della Polizia Stradale. Inoltre attendiamo da tempo una risposta del Comando dei Carabinieri per quanto riguarda il progetto dell'ex Milizia come loro nuova sede".

archiviato sotto: